Utensili da cucina

Stoviglie

Le pentole si distinguono in base alle dimensioni, alla forma e all’utilizzo. I materiali più comuni sono: acciaio al nickel-cromo, acciaio inox, ghisa, alluminio, titanio e rame stagnato. Le stoviglie dure e resistenti sono più costose, ma in compenso durano di più. Le stoviglie per la cottura a induzione devono essere magnetiche.

Per la cottura della carne sono maggiormente indicati la ghisa, il titanio, l’acciaio al nickel-cromo e l’acciaio inox. Queste pentole possono essere portate ad alte temperature, sono buone conduttrici di calore e resistenti ai graffi. Le pentole in teflon sono meno consigliate per la preparazione della carne, poiché non sono resistenti né alle alte temperature né ai graffi. Inoltre, andrebbero utilizzati solo mestoli di legno o plastica. È utile procurarsi anche una brasiera o una casseruola.

Coltelli

I coltelli dovrebbero essere della grandezza e dimensione adatta al loro scopo. Coltelli ben affilati consentono di lavorare più facilmente e prevengono ferite. Vale sempre la pena acquistare coltelli di prima qualità. I coltelli andrebbero conservati preferibilmente in un blocco portacoltelli, mai insieme ad altre posate in un cassetto, poiché questo potrebbe comprometterne l’affilatezza.

Acciaino

Serve a mantenere l’affilatura dei coltelli, sebbene l’utilizzo corretto dell’utensile richieda un po’ di esercizio. Per l’affilatura vera e propria è preferibile ricorrere a un esperto.

Forchettone

Serve a tenere ferma la carne quando la si taglia. Ne è sconsigliato l’uso per girare la carne durante la cottura, poiché infilzando la carne la superficie si rompe, provocando la fuoriuscita di preziosi liquidi.

Mortaio

Il mortaio è un utensile da cucina indispensabile. Nessun coriandolo in polvere, nessun grano di pepe macinato o cumino in polvere saranno mai saporiti come appena pestati. Anche il rosmarino sprigiona un aroma inconfondibile, appena schiacciato nel mortaio. Quando si acquista un mortaio, accertarsi che l’utensile sia stabile e pesante. Particolarmente indicati sono le varianti in pietra o ferro non troppo piccole, con un pestello ben maneggevole.

Tagliere

Il tagliere dovrebbe essere facilmente lavabile e resistente ai tagli con il coltello. Per ragioni igieniche, dovrebbe essere anche lavabile in lavastoviglie. I taglieri in plastica soddisfano al meglio questa esigenza. Si consiglia di tenerne di diversi colori, per poter lavorare determinati alimenti esclusivamente con il relativo tagliere.

Proposta:

  • Verde per frutta e verdura
  • Giallo per pollame
  • Blu per pesce
  • Rosso per carne cruda
  • Rosso-marrone per insaccati
  • Bianco per latticini e prodotti da forno

Del tutto sconsigliati sono i taglieri in vetro, pietra o acciaio.