Carne di pollo

Alla fine del 2008 la carne svizzera di pollo è finita sui giornali: studi condotti sui polli svizzeri rivelavano un’aumentata comparsa d’infezioni da Campylobacter. Tuttavia non c’è alcuna ragione di allarmarsi, come potete leggere qui.

Informazioni per voi e i vostri collaboratori: carne di pollo – se trattata correttamente, non c’è alcun problema!

I gastronomi lo sanno – o dovrebbero saperlo: chi tocca la carne di pollo cruda, deve in seguito lavarsi le mani. La carne di pollo deve essere ben cotta e raggiungere una temperatura al cuore di 75 gradi, al fine di uccidere eventuali batteri presenti nella carne. Questo vale per le salmonelle e per il Campylobacter, un batterio che è stato oggetto di discussione soprattutto alla fine del 2008.

L’UFV pianifica misure

Marcel Falk, dell’Ufficio federale di veterinaria UFV, afferma a riguardo: «Il Campylobacter ha sempre infettato l’essere umano a livello mondiale, anche in Svizzera, e causato violenti diaree. Tenuto conto che, soprattutto in Svizzera, si è riusciti a reprimere il suo tanto noto equivalente, ovvero le salmonelle, da anni il Campylobacter causa di gran lunga più malattie delle salmonelle.» Per incarico dell’UFV, un gruppo di esperti si è riunito alla fine del 2008, al fine di pianificare future misure da adottare contro il Campylobacter nelle aziende avicole e presso i macelli svizzeri. A tutt’oggi, però, mancano i concetti corrispondenti. Non è facile impedire al Campylobacter d’insinuarsi nelle stabulazioni del pollame da ingrasso, poiché il germe si trasmette in moltissimi modi.

Cosa fare nella gastronomia?

In linea di massima, un’infezione da Campylobacter non è drammatica, ma provoca violenti diaree. Come sempre, tuttavia, la regola è quella di ridurre al minimo i rischi per quanto possibile. Oltre alle misure precauzionali di lavarsi le mani e cuocere bene la carne di pollo, anche nella preparazione della fondue chinoise si dovrebbe fare in modo che la carne di pollo cruda non venga conservata nello stesso piatto della carne di manzo e vitello. È necessario utilizzare un piatto a parte e non permettere un contatto con salse o carne cotta! Seguendo queste regole, eviterete sicuramente spiacevoli sorprese.